L'informazione sul web

Articoli e approfondimenti sul tema piscine interrate salate.

Novità nel mondo delle piscine interrate: piscina d’acqua salata.

 
piscina interrata

È giunta l'estate per tutti ma molti, non possono permettersi una spiaggia al mare, ripiegando su una piscina fuori terra, il problema sarebbe pressoché risolto. Sarebbe irrisolto ancora meglio se disponessimo di una buona piscina interrata nel nostro giardino in grado di soddisfare tutte le nostre esigenze di relax e comfort.

Bisogna saper mantenere però, un altissimo livello d’igiene nelle piscine, questo è il minimo accettabile in termini di cura della propria piscina interrata. Una scarsa pulizia non solo renderà poco estetico del tutto ma anche una pericolosa fonte di malattie. La corretta manutenzione da parte del proprietario è un fattore chiave che impedisce futuri problemi.
Ma la rivoluzione in termini di piscine in particolare è rappresentata dalle piscine interrate ad acqua salata. Sono una novità con una richiesta che in continuo aumento, esse si distinguono dalle piscine d'acqua dolce perché permettono un nuoto molto meno faticoso, il sale, tende a tenere i corpi a galla, quella dolce, è notevolmente più pesante e difficile da spostare, ma entrambe, richiedono un'accurata manutenzione.

Prendersi cura di una piscina interrata di acqua salata


Prendersi cura di una piscina interrata di acqua salata, è meno dispendioso di una di acqua dolce perché richiedono molti meno prodotti chimici e attrezzature necessarie, tenendo conto che il sale essendo corrosivo, esige alcuni accorgimenti per evitare la corrosione.
Una pompa specifica per acqua salata sarà utilizzata, il filtro (generalmente a sabbia) è leggermente più grande per consentire un filtraggio più "lento", altri accessori andranno benissimo in acciaio inox standard, assicurandosi che essi siano di alta qualità, incluso il rivestimento usato per la vasca.
Per quanto riguarda la cura e la manutenzione delle piscine interrate di acqua salata, essa è molto simile a quella di acqua dolce ma bisogna stare molto attenti nel immettere la giusta quantità di sale e renderla agevole al nuoto.

Se il livello del sale è insufficiente, il cloro non agisce a sufficienza causando che si formino dei batteri nell'acqua. E quindi di primaria importanza verificare la quantità sulla base regolare per equilibrare il rapporto di sale e acqua nella giusta fascia che si trova tra i 2500 e 3000 ppm, lasciare che la quantità sotto tali valori, mette a rischio la salute stessa. Un kit per la verifica della quantità sale è un'idea molto salutare, perché anche troppo sale non è che faccia del bene. In questo caso si può bilanciare con il cloro dandogli il giusto equilibrio.

Alcuni indicatori, che possono farvi sospettare in uno squilibrio chimico della vostra acqua, rientrano in irritazione della pelle, occhi rossi, odore di cloro ecc., anche il controllo del pH deve essere eseguito regolarmente con un kit destinato a tale uso.
Detto questo, potrete avere un’estate fresca a casa vostra senza nulla invidiare alle spiagge affollate.
I principali produttori di piscine interrate stanno sicuramente soddisfacendo tutte le esigenze dei clienti, andando nella giusta direzione di offrire sempre più comfort in ragione di prezzi comunque mediamente ragionevoli in relazione a quello che si sta acquistando, che rimane comunque un prodotto abbastanza di lusso che non proprio tutti si possono permettere, ma anche se pensiamo solamente pochi anni fa, la piscina interrata era riservata solamente ai veri ricchi mentre adesso vengono messi a disposizioni molti modelli accessibili anche alla classe media che dispone di una casa adatta all'installazione di una piscina.