L'informazione sul web

Articoli e approfondimenti sul tema CULTURA ED EDUCAZIONE.

Il metodo di studio

 
metodo di studio

Come studiare: il metodo di studio corretto!

All’inizio dell’anno uno studente parte con le migliori intenzioni, magari l’anno precedente è stato graziato della commissione, magari ha lavorato sodo per recuperare le insufficienze, fatto sta che a settembre si siede alla sua scrivania evidenziatori nuovi alla mano e incomincia la sua attività promettendo a se stesso e ai genitori di impegnarsi, restare in pari col programma e non accumulare insufficienze.

Capita, però, che ad ottobre la sua voglia di studiare si sia già esaurita e che i voti non siano esattamente come si aspettava.

Ora gli evidenziatori vengono utilizzati principalmente per fare caricature dei professori a margine del libro, i genitori fremono incominciano a porre dei limiti alla sua liberà per vederlo studiare di più e lo studente sperimenta irrequietudine o indolenza dei confronti dello studio.

In questo caso l’unica domanda che ci si deve porre, da studente o da genitore, è se gli è mai stato insegnato come studiare.
Per svolgere qualsiasi attività è necessario sapere come farla, lo studio non fa eccezione.
Il libro “Tecnologia di studio” insegna come studiare.

Partendo da informazioni fondamentali come l’anatomia della comprensione, quali sono le barriere che impediscono lo studio, le loro reazioni fisiche ed i metodi per combatterle, il libro “Tecnologia di studio” fornisce strumenti efficaci e facilmente applicabili al fine comprendere pienamente ciò che si studia.

Conoscendo le esatte barriere allo studio si saprà anche come superarle!
Nel sito web metododistudio.org viene presentata la cosiddetta tecnologia di studio, un corpo di conoscenza interamente focalizzato su come risolvere le barriere allo studio e all’apprendimento, in modo tale da avere come risultato uno studente brillante, che comprende ciò che studia e soprattutto sa applicarlo nella vita. Stiamo parlando quindi di “come comprendere ciò che si studia” e non di come imparare trucchi per studiare più velocemente, senza comprendere ciò che si legge. Ma la cosa interessante è che uno studente che comprende, è anche uno studente più veloce.