Informati liberamente sul web!

Approfondimenti a tema "Tecnologia"

Cos'è una materia plastica

 

Quando si parla di materia plastica, si fa riferimento a un materiale semiorganico o organico che è, in genere, costituito da polimeri puri; in altri casi, può essere formato da polimeri che sono mescolati con degli additivi. I materiali polimerici puri possono essere distinti in elastomeri, termoindurenti o termoplastici.
Gli elastomeri si caratterizzano per una notevole elasticità e per una deformabilità piuttosto elevata. Le materie plastiche termoindurenti, invece, induriscono a causa della reticolazione dopo una fase di rammollimento determinato dal riscaldamento (in questa fase sono formabili, in virtù dell'effetto della pressione combinato con quello del calore); una volta induriti, se riscaldati non diventano rammolliti, ma si carbonizzano e si decompongono. I materiali polimerici termoplastici, infine, rammolliscono per effetto del calore e, di conseguenza, divengono malleabili, così da poter essere formati o modellati per dare vita a prodotti finiti, prima di tornare rigidi tramite il raffreddamento. Peculiarità dei materiali termoplastici è che il riscaldamento e il raffreddamento possono essere applicati più volte di seguito.
Di solito, sul piano pratico, vengono utilizzate delle mescole preparate ad hoc, che sono formate da materiali polimerici e additivi. Per questa ragione viene adottata una sorta di classificazione commerciale dei materiali polimerici, i quali vengono distinti in gomme, resine e fibre. Le gomme sono formulate con gli elastomeri, mentre le resine derivano dai termoindurenti; per quel che riguarda le fibre, invece, vantano una resistenza meccanica più che significativa, a fronte di una duttilità ridotta, se confrontata con gli altri materiali polimerici. Le fibre, in altre parole, se sottoposte a trazione si allungano poco, e per questo motivo sono in grado di resistere a carichi di rottura elevati.

La materia plastica può vantare, rispetto ai metalli e agli altri materiali, alcuni pregi pratici molto importanti, a cominciare dalla facilità di lavorazione. Anche la colorabilità, l'economicità, la resistenza alla corrosione e l'isolamento acustico sono peculiarità che meritano di essere prese in considerazione, unitamente con l'isolamento meccanico (cioè la capacità di resistere alle vibrazioni), l'isolamento elettrico e l'isolamento termico. Inoltre, i materiali plastici sono inattaccabili da parte dei batteri, dei funghi e delle muffe, sono idrorepellenti e sono inerti chimicamente. D'altro canto, possono essere attaccati dagli acidi e dai solventi, e non sono in grado di resistere al calore e alle temperature più alte.