L'informazione sul web

Articoli e approfondimenti sul tema CARTOMANZIA.

Cartomanzia: tutti i mazzi di carte usati per interpretare il destino

 

Per cartomanzia s'intende l'interpretazione del futuro attraverso l'uso di un mazzo di carte. Possono essere usate anche le comuni carte da gioco, come quelle da Poker, ma indubbiamente le più utilizzate sono i Tarocchi, le Sibille e gli Oracoli.

L'origine dei Tarocchi è incerta, ma alcuni ritengo che derivino dall'Antico Egitto, dal momento che la filosofia che viene utilizzata nel metodo di lettura è fondamentalmente la stessa che si può riscontrare nei Libri di Thot.

Il tipico mazzo di Tarocchi è composto dall'unione del mazzo tradizionale di carte da gioco (francesi o italiane) con ventuno carte denominate Trionfi, numerate con numeri romani da 1 a 21 e rappresentanti figure mitologiche, umane o animali. A completare il mazzo, abbiamo la carta detta Il Matto. Ogni simbolo dei Tarocchi viene collegato a qualche evento futuro o a qualche caratteristica del soggetto consultato.

Esistono delle varianti al mazzo classico, dove il numero delle carte tradizionali viene aumentato o diminuito. In particolare abbiamo “Le Minchiate”, comparse a Firenze intorno al XV secolo. Le ragioni di un nome così particolare hanno diverse teorie. C'è chi sostiene che si faccia riferimento al verbo “sminchiare”, usato dai giocatori del passato in situazioni particolari, mentre altri sostengono il riferimento al membro maschile.

Le Minchiate differiscono dai tarocchi classici per il numero dei Trionfi, che sono ben 41. Nel dettaglio, vengono aggiunti i 12 segni zodiacali, i simboli dei 4 elementi (terra, aria, fuoco e aria), le 3 virtù teologali (fede, speranza e carità) e la figura della prudenza.

Le Sibille, invece, sono carte di origine recente (XIX secolo), il cui nome deriva dalla figura mitologica della Sibilla, la sacerdotessa che aveva il compito di interpretare il passato, predire il futuro e fare chiarezza sul presente. Queste carte sono anche dette “chiacchierine” o “pettegole”, perché utilizzate per interpretare situazioni della vita di tutti i giorni, in particolare le questioni amorose. Il mazzo è composto da 52 carte, ciascuna rappresentante una figura corrispondente a un significato generale. In alcune varianti, la figura è accompagnata da una didascalia che riassume l'interpretazione della carta.

Una altro mazzo di carte usato per la cartomanzia, sono gli Oracoli, una tipologia di carte realizzata in epoca recente, con il preciso scopo dell'uso divinatorio. L'Oracolo più famoso e utilizzato è l'Oracle Belline, diffuso in tutti i paesi di lingua francese, Francia, Belgio, Quebeuc e Svizzera. Il mazzo è composto da 52 carte, suddivise in 7 gruppi associati ai pianeti più importanti, ai quali si aggiungono 3 carte: la stella dell'uomo, la stella della donna e la chiave. A completare il quadro, troviamo una carta totalmente blu, il talismano, usato per condurre eventi positivi in qualsiasi direzione si voglia, ma può essere usata anche come carta sostitutiva.

Molto famose sono anche le carte Zener, ideate dallo psicologo Karl Zener negli anni 30, durante i suoi studi sulla telepatia e chiaroveggenza. Il mazzo è composto da 5 carte, ripetute 5 volte, rappresentanti il cerchio, il quadrato, la stella, l'onda e la croce.

Come dicevamo all'inizio, possono essere utilizzate anche le classiche carte da gioco. In particolare, qui in Italia, si possono incontrare cartomanti che usano le carte napoletane, dove l'interpretazione viene fatta in base agli abbinamenti. Ad esempio, l'asso di bastone insieme al due di coppe, indica una proposta di matrimonio in arrivo.